Facebook Live sottotitoli

Facebook live aggiunge i sottotitoli

Se si guarda al futuro del web e non solo, Facebook e Google saranno i due big che governeranno o forse sarebbe meglio dire, che si spartiranno, il mondo delle “telecomunicazioni”.

Già definirle telecomunicazione è limitante, visto che i due si stanno espandendo sempre più in campi che con la loro origine hanno poco a che vedere.

Il punto qual è? Visto il continuo aumento dell’utenza, sia per l’uno che per l’altro, c’è sempre più bisogno di engagement.

Perché? Sostanzialmente perché è vera l’equazione che più engagement= più vendite.

Alcuni documentari americani molto propensi per le cospirazioni, parlano di un monopolio delle reti internet e mobile nel futuro non tanto lontano, dove Google e Facebook renderanno la connessione gratuita ovunque solo per avere più traffico.

Adesso senza andare però oltre l’orizzonte dell’immaginazione, Facebook sta cercando di coinvolgere sempre di più i suoi fan tramite i Facebook Live con l’integrazione dei sottotitoli generati anche automaticamente proprio come fa già Youtube.

 

Perché Facebook live punta ai sottotitoli?

Il discorso è semplice. Poter far fruire a chiunque qualunque genere di materiale che può trovare messo a disposizione in rete. Basti pensare che nell’ultimo anno le visualizzazioni delle dirette su Facebook live sono aumentate di ben 4 volte, ecco che allora aggiungere i sottotitoli potrebbe aumentare ancora di più questo numero e coinvolgere sempre più persone.

Per ora è già possibile attivare la funzione dei sottotitoli, ma solo per i video dove sono stati volutamente inseriti a mano, alla vecchia maniera.

Si capisce da sé allora, che non tutti i “produttori” hanno voglia e tempo per produrre i famosi subtittle, perché specialmente su filmati lunghi, il lavoro della traduzione o della trascrizione scritto lo è altrettanto.

Risulta quindi utile integrare il tutto con questa funzione automatica. Restano gli interrogativi: quanto riprodurrà fedelmente il parlato? Quante lingue capirà e riuscirà a riprodurre e tradurre correttamente? Stiamo a vedere.

Lascia un commento