macchie da infiltrazione d'acqua

Come eliminare le macchie da infiltrazione d’acqua

Le infiltrazioni d’acqua creano notevoli disagi alla nostra casa ed eliminare le macchie, non appena esse si palesano, è sicuramente un’azione da attuare. Le cause delle infiltrazioni d’acqua possono avere origini diverse. Il risultato è che le nostre pareti non sono più pulite e l’ambiente insalubre. Vediamo allora cosa si può fare, per eliminare le macchie.

Innanzitutto va individuata la causa del problema, così da capire come intervenire. Le infiltrazioni potrebbero essere determinate da perdite o malfunzionamento delle condotte idriche, da ristagni di acqua, da degrado degli impermeabilizzanti, dall’assenza di un idoneo isolamento per le strutture controterra.

I danni sono sicuramente estetici ma si riduce anche il confort abitativo, determinando rischi alla salute. L’umidità si presenta con delle macchie scure sulla parete, a cui si aggiungono aloni giallastri. Essa può determinare la screpolatura dell’intonaco ed anche causare danni più strutturali.

L’umidità persistente sui muri infatti può andare a compromettere seriamente la capacità meccanica dell’intera struttura. Si può e deve intervenire in vari modi, a seconda dell’entità dell’infiltrazione. Per quel che riguarda l’aspetto estetico, si può avviare una risanamento tramite la tinteggiatura adeguata.

Gli interventi che si possono fare a livello di tinteggiatura, per risolvere il problema sono di diversa natura. L’imbianchino saprà consigliare la soluzione migliore da mettere in atto. In alternativa potete visitare il sito ufficiale del portale degli imbianchini.

Per prima cosa occorre eliminare la muffa presente sulla superficie della parete. Il muro deve essere disinfettato. In questo modo si uccidono le alghe e le muffe che si sono formate, andando ad eliminare il ceppo micotico all’interno del muro.

Al termine di questo primo passaggio, si può stendere un prodotto antimuffa. Dopo aver passato l’antimuffa si può procedere con la tinteggiatura tramite una tinta, per ristabilire il colore della parete. Un’altra possibilità è quella di creare un rivestimento in cartongesso antimuffa.

Tale rivestimento va a togliere ossigeno alla muffa, in modo da ucciderla, e crea uno strato impermeabile che isola la stanza dal muro umido. Un’altra alternativa è la posa di un intonaco deumidifcante. Questo è a base di calce e pozzolana naturale, altamente traspirante.

Uno dei punti fondamentali è che tali interventi non devono essere eseguiti dopo tanto tempo. Prima si combatte l’infiltrazione, e si procede con eliminare le macchie, minori saranno i danni da riparare, altrimenti si tratta di un problema che si estende e si aggrava ogni giorno.

Lascia un commento